Terzo appuntamento Creators Live fra Barbascura X e Link2Universe

443

Creators Live con il suo terzo appuntamento continua a regalarci pillole per niente amare provenienti dal mondo del web. È stata la volta della divulgazione scientifica con due ospiti veramente singolari: Barbascura X e Link2Universe, un chimico un po’ matto il primo, un astronomo sulla luna il secondo.

Entrambi i personaggi utilizzano internet come mezzo d’informazione e seppur diversi fra loro hanno creato una comunicazione intelligente dalle solide basi scientifiche.

Barbascura X è un youtuber, musicista e ricercatore chimico, con i suoi studi sulla sintesi organica ha lavorato per molte istituzioni fra Dublino e Parigi. Nella sua rubrica Scienza Brutta va oltre argomenti inflazionati raccontando al suo pubblico temi sconosciuti che riguardano la scienza. Adrian Fartade, anche lui divulgatore scientifico, si occupa di astronomia e astronautica, argomenti che approfondisce nella pagina Link2Universe. La dialettica dei due ospiti ha tenuto lo spettatore incollato allo schermo e quasi come una rivolta di internet per un’ora nessuno è stato preda di fake news o di sterili pareri poco utili all’alfabetizzazione delle menti.

La discussione ha posto il suo accento sul modo sbagliato che si ha di percepire la scienza e sui relativi problemi nel trattare l’informazione. Tutto ciò deriva dal mancato interesse per certi temi, per esempio come ci fa notare Adrian non si dà peso alla storia della scienza, dunque si ha meno consapevolezza di ciò che è stato e di ciò che potrebbe essere. Si hanno dei limiti ottocenteschi poiché si guarda al piccolo senza preoccuparsi del grande, guardiamo al nostro orto e non al diboscamento della foresta amazzonica.

Non potevano mancare le domande riguardanti il Covid-19, uno dei tanti momenti in cui la comunità scientifica è stata alle prese con false notizie. Barbascura X ha spiegato che questi contrasti di opinioni hanno avuto un effetto totalmente fuorviante e che, nonostante l’utilizzo improprio di internet, l’open source delle banche dati online ha permesso ai ricercatori di fare analisi in maniera più agevole, dunque utilizzare il mondo del web nel migliore dei modi. Difatti compito di questi due divulgatori è poter, per quanto possibile, cercare di trasmettere informazioni dettagliate in modo semplice e piacevole.

Seguire le loro pagine è un bel modo per approcciarsi al meglio alla comunità scientifica e scoprire cose del mondo che avremmo sempre voluto sapere e che non abbiamo mai osato chiedere e non dimenticatevi di rimanere connessi per seguire le prossime dirette di Creators Live.

Di Federica Magro