Apro un negozio o un locale

Avviare un’attività commerciale aperta al pubblico può essere un’ottima opportunità per il tuo futuro lavorativo. Per mettere a punto il tuo progetto è importante informarti sui passi da fare e considerare con attenzione le regole da seguire: come per qualsiasi attività in proprio, è importante essere preparato, capire quali sono gli obblighi da rispettare e i principali ostacoli.

CHI PUÒ APRIRE UN’ATTIVITÀ COMMERCIALE

Per aprire un negozio o un locale sono necessari alcuni requisiti specifici:

  • Essere maggiorenne
  • Possedere i seguenti requisiti morali:
    • Non aver dichiarato fallimento in attività precedenti
    • Non aver riportato una condanna definitiva, la cui pena è stata superiore a tre anni
    • Non essere stati condannati per crimini contro la Pubblica amministrazione, l’economia, l’industria e il commercio (ad esempio per ricettazione, riciclaggio, emissione di assegni a vuoto, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, sequestro di persona a scopo di estorsione o rapina)
    • Non aver ricevuto due o più condanne, nei cinque anni precedenti l’inizio dell’attività
    • Non essere stati sotto sorveglianza speciale, divieto di soggiorno, obbligo di soggiorno
    • Non essere stati dichiarati “delinquenti abituali, professionali o per tendenza” (aver commesso più volte lo stesso crimine)
  • Aver inviato la Comunicazione Unica per iscriversi alla Camera di Commercio del proprio territorio, ottenere la Partita IVA e iscriversi all’Inail e all’Inps (trovi tutte le informazioni su come funziona la Comunicazione Unica nella scheda Partita IVA).

Per aprire un locale per la somministrazione e la vendita di alimentari e bevande è necessario:

  • Avere i requisiti professionali abilitanti richiesti per lo svolgimento di determinate attività. Possono essere
    • Aver frequentato e superato un corso professionale per il commercio
    • Aver lavorato per almeno due anni, nei cinque anni precedenti all’apertura, in un locale che somministra o vende alimenti (non è necessario che gli anni di lavoro siano stati consecutivi)
    • Avere una laurea, un diploma di scuola superiore o di una scuola professionale (triennale). Per queste ultimi è necessario che siano state insegnate materie riguardo al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti
  • Scaricare il modulo per la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia) dal sito del tuo comune. Si tratta della dichiarazione di inizio attività, consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività. Dovrai inviarla per via telematica allo Sportello Unificato per il Commercio del tuo comune, l’amministrazione provvederà entro 60 giorni ad accertare la veridicità dei requisiti dichiarati
  • Ottenere la licenza sanitaria per il locale, da richiedere alla tua Usl, l’Azienda Sanitaria Locale di riferimento.

LA SCELTA DEL LUOGO

Per legge, i locali commerciali devono soddisfare alcuni requisiti:

  • Essere registrati con destinazione di uso commerciale
  • Avere una superficie minima di 9 mq
  • Avere uscite di sicurezza, estintori, porte con maniglie antipanico e altri sistemi richiesti dalle norme sulla sicurezza sul lavoro (per garantire una sufficiente illuminazione, la presenza di sistemi di aereazione, etc.)
  • Avere un wc a uso esclusivo dei dipendenti
  • Possedere un deposito, collegato al locale dvendita
  • Possedere impianti idraulici ed elettrici a norma di legge
  • Essere accessibile a persone disabili, senza barriere architettoniche come gradini o passaggi troppo stretti.

Per i locali di somministrazione e vendita di alimenti, inoltre, sono richiesti:

  • Se si ha una cucina, sono necessari adeguati sistemi di aspirazione dei fumi, che rispettino le norme di sicurezza sul lavoro
  • Sistemi di prevenzione di incendi (estintori e altri strumenti di sicurezza)
  • Bagni per i clienti (accessibili anche per persone con disabilità)
  • Parcheggi disponibili a una distanza di 50 metri dal locale.

I Comuni possono decidere di aggiungere requisiti specifici per i locali commerciali. Ricordati di verificarlo rivolgendoti all’ufficio che si occupa di commercio nel tuo Comune (chiedi informazioni all’Urp del tuo comune).

Una volta verificato che il locale scelto sia a norma di legge, fai attenzione ad alcuni aspetti che potrebbero determinare il successo o meno del tuo progetto:

  • Considera quanto sarà visibile. Se il tuo negozio è in una zona trafficata, sarà più facilmente conosciuto e attirerà potenziali clienti. Se è possibile, scegli un locale con vetrine ampie, che puoi personalizzare per attirare l’attenzione dei passanti
  • Verifica se ci sono parcheggi nelle vicinanze o se il passaggio di persone nella via pedonale è sufficiente a garantirti un’adeguata clientela
  • Verifica la presenza di negozi concorrenti in zona. Avere altri locali simili in zona potrebbe toglierti clienti
  • Valuta attentamente il costo del locale, sia che tu voglia acquistarlo sia che tu lo prenda in affitto
  • Verifica la possibilità di allestire e personalizzare il tuo locale. Se presenti il tuo prodotto in modo particolare, puoi creare curiosità e attirare potenziali clienti
  • Informati bene su eventuali lavori di ristrutturazione. Verifica se dovrai sistemare il locale e ristrutturarlo (riparazioni dei muri, creazione di nuove aree).

IL COMMERCIO AMBULANTE

Se desideri iniziare un’attività commerciale, ma non vuoi un locale, puoi considerare la figura del commerciante ambulante nei mercati e nelle fiere.

In questo caso non hai obblighi sui locali di vendita, ma dovrai comunque rispettare alcuni requisiti:

  • Avere una licenza per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, articolata in due tipologie:
    • Tipo A, legato a un posteggio fisso per un’unica area. È assegnato dal Comune in cui si trova il posteggio sulla base di bandi pubblici
    • Tipo B, consente la vendita su tutto il territorio nazionale. È rilasciato dal Comune di residenza e permette di ottenere, quando presenti, posteggi non assegnati in modo fisso
  • Avere tutti i requisiti (compresi quelli morali) necessari per l’apertura di un’attività commerciale
  • In caso di vendita di prodotti alimentari, sono validi gli stessi obblighi di chi vuole aprire un’attività di somministrazione.

Per approfondire, vai alla pagina Come diventare ambulante del sito di Fiva (Federazione Italiana Venditori Ambulanti e su aree pubbliche).

INFO DA RICORDARE

  • Per avere supporto e informazioni sulle normative presenti per l’apertura del tuo negozio/locale rivolgiti alla Camera di Commercio della tua zona
  • Prendi in considerazione la possibilità di acquistare un’attività già esistente: risparmierai tempo sulle pratiche amministrative e potrai iniziare più velocemente
  • Contatta l’ufficio commercio del tuo comune per scoprire la richiesta di ulteriori requisiti per i locali commerciali.
  • Se hai già un progetto chiaro e obiettivi precisi in mente puoi consultare un commercialista, che ti aiuterà a trovare tutte le opzioni più convenienti per l’apertura della tua attività
  • Se non hai esperienza, fatti affiancare e chiedi consigli a chi ha già avuto successo nel settore (come chi gestisce l’attività in cui desideri subentrare)
  • In alcuni casi ottenere le autorizzazioni per il tuo locale può essere difficile, rivolgiti a uno studio tecnico. Dovrai pagare per l’aiuto, ma risparmierai tempo ed eviterai errori nelle procedure di apertura.

COSA DICONO LE LEGGI?

Testo Unico Leggi Sanitarie (L. 1265/1934)

stabilisce le regole da rispettare per garantire la sanità in locali commerciali pubblici.

http://www.bosettiegatti.eu/info/norme/statali/1934_1265.htm

Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza ne…

presenta le norme per garantire la sicurezza antincendio nei locali pubblici.

http://www.vigilfuoco.it/sitiVVF/ascolipiceno/downloadFile.aspx?s=85&f=11462

Requisiti igienico-sanitari per il commercio dei prodotti alimentari sulle ar…

spiega quali sono gli obblighi da rispettare per la vendita di prodotti alimentari.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_normativa_1847_allegato.pdf

DOVE TROVO INFO SUL WEB?

Confesercenti

è il sito dell’associazione di categoria dedicata ai commercianti. Il sito contiene le notizie (principalmente relative a cambiamenti normativi e indicazioni del Governo) che possono interessare chi gestisce un locale o un negozio.

http://www.confesercenti.it/

Confcommercio

è il sito della Confederazione Generale Italiana delle Imprese. Presenta notizie e aggiornamenti sulle normative relative al commercio.

http://www.confcommercio.it/home

Fiva

è il sito della Federazione Italiana Venditori Ambulanti e su aree pubbliche, che dà supporto ai venditori ambulanti. Pubblica le notizie che riguardano il mondo dei mercatali e ha una sezione dedicata a chi vuole iniziare la propria attività nel commercio ambulante.

http://www.fiva.it/

RIASSUNTO

  • Per aprire un negozio o un locale bisogna avere precisi requisiti. Verificali presso l’ufficio commercio del tuo Comune
  • Scegliere i locali per la tua futura attività è molto importante: controlla che siano a norma di legge e che si trovino in un luogo accessibile, che ti permetta di avere una buona clientela
  • Puoi diventare commerciante ambulante: in questo caso dovrai ottenere una licenza specifica per iniziare la tua attività