Perugia universitaria e multietnica. Come il suo cibo

282

Perugia, seppur non sia la più grande metropoli d’Italia, è una città universitaria molto viva e frequentata i cui studenti vedono da ogni parte del mondo. Anche per questo nel tempo la sua cucina si è evoluta e al momento si può trovare un’ampia scelta di ristoranti etnici i cui sapori e culture sono tutti da conoscere e assaporare.

Come al solito vorrei consigliare i miei tre ristoranti preferiti, quelli dove torno spesso, sempre con piacere e con l’acquolina in bocca, ma ci tengo a dire che a Perugia c’è una via in particolare in cui si possono trovare ristoranti etnici di praticamente ogni continente. Anche se non tutti i locali sono racchiusi lì è comunque una via che vale la pena di essere percorsa e da cui lasciarsi ispirare. In Corso Garibaldi troviamo infatti un ristorante africano, Mandela, uno venezuelano, Arepapà, un piccolo fast food di cibo greco e il mio ristorante cinese del cuore, Wang, per questo è proprio da qui che voglio iniziare.

Wang è un localino su due piani molto minimalista ma ben curato con un’ampia selezione di piatti tipici cinesi. I prezzi sono veramente bassi e le porzioni abbondanti, oltre al gusto di ogni piatto che è sempre equilibrato e allo stesso tempo un’esplosione di sapori. Io ordino sempre il riso con manzo e verdure, ma la portata obbligatoria da ordinare sono sicuramente i ravioli al vapore: in assoluto i più buoni che io abbia mai assaggiato.

Appena fuori da Corso Garibaldi si trova il mio secondo ristorante etnico preferito, Indian Fast Food, l’unico ristorante indiano di Perugia e dintorni da molti anni, ma nonostante non abbia concorrenza rispetta i sapori della sua cultura e a mio parere deve essere provato almeno una volta. Il locale è minuscolo, ha al massimo quattro o cinque tavoli, ma nonostante il cibo indiano sia molto elaborato l’organizzazione dei proprietari fa sì che si presti facilmente anche all’asporto. In ogni caso anche mangiare lì è confortevole e si può vivere la cultura indiana dai pochi elementi di arredo tradizionali. Si trovano facilmente pietanze vegetariane e anche qui i prezzi sono molto bassi e le porzioni più che sufficienti. Consiglio di ordinare il chicken tikka masala che è pollo cucinato in una salsa speziata, i samosa come antipasto e il naan che è il classico pane indiano, simile ad una piadina morbida.

Se invece si desidera un’opzione più fresca, considerando anche le temperature estive, si può trovare una valida alternativa da Lezioni di Greco, che si trova in centro in Piazza Morlacchi. Anche questo è un fast food dove è possibile ordinare una tradizionale pita farcita con carne e verdure (o in versione vegetariana) oppure scegliere un’insalata greca con pomodori, feta, cipolla e olive. Gli ingredienti sono freschi e saporiti, il tutto è assemblato con cura e equilibrio di sapori. Lezioni di Greco ha anche una selezione di dolci da provare, tra cui la baklava, tipico dolce greco con frutta secca e pasta fillo.
Insomma Perugia, oltre che ad offrire piatti tipici umbri buonissimi e locali, ci regala la possibilità di entrare in contatto con culture lontane dalla nostra e assaggiare cucine etniche di qualità, che rispettano le loro origini e a prezzi a portata di universitario. Per girare il mondo anche in sessione di esami, o tra un viaggio e un altro.

Jaele Fo