Lo sport non è un gioco d’azzardo

168

Lo sport non è un gioco d’azzardo, o almeno non dovrebbe esserlo, eppure, quello delle scommesse illecite e delle partite truccate è un business malato che affligge tutti gli sport in ogni parte del mondo. Negli Stati Uniti, il modo in cui sono stati affrontati scandali del genere, ha portato a un significativo contenimento del fenomeno. Quando vennero a galla le manovre per alterare il risultato del campionato statunitense di baseball nel 1919, gli otto giocatori dei Chicago White Sox coinvolti nello scandalo furono banditi a vita da tutti i campi della nazione. Da allora, per questo tipo di condotte antisportive, nel paese sono previste sanzioni anche più severe.

Molte nazioni hanno seguito l’esempio degli Stati Uniti, eppure, multe esorbitanti, bandi a vita e altre punizioni esemplari non sembrano essere abbastanza per impedire ad atleti, allenatori e altri addetti ai lavori di correre il rischio.