Il libro è il mio psicanalista preferito. Consigli di lettura (gratis)

745

“Non c’è nessun «dopoguerra». Gli stolti chiamavano «pace» il semplice allontanarsi del fronte. Gli stolti difendevano la pace sostenendo il braccio armato del denaro. Oltre la prima duna gli scontri proseguivano. Zanne di animali chimerici affondate nelle carni, il Cielo pieno d’acciaio e fumi, intere culture estirpate dalla Terra. Gli stolti combattevano i nemici di oggi foraggiando quelli di domani. Gli stolti gonfiavano il petto, parlavano di «libertà», «democrazia», «qui da noi», mangiando i frutti di razzie e saccheggi. Difendevano la civiltà da ombre cinesi di dinosauri. Difendevano il pianeta da simulacri di asteroidi. Difendevano l’ombra cinese di una civiltà. Difendevano un simulacro di pianeta”.
54, Wu Ming

 

Ammettiamolo, se non avessimo avuto Internet queste nostre giornate sarebbero diventate nere, anzi nerissime, per fortuna il nostro caro Web dona una tonalità variabile fra i colori del crepuscolo e quelli del chiaro di Luna. I lettori più accaniti, quei noiosi amanti del cartaceo, proprio come me, staranno maledicendo il giorno in un cui con infinita spocchia hanno deciso di non acquistare un kindle perché preferivano l’odore delle pagine appena stampate. Bene, quel bisogno impellente di aver voglia di leggere qualcosa che non si ha distrugge corpo e anima. Il lettore, senza il suo libro, al chiaro di luna si trasforma in lupo mannaro e non importa se in casa abbia miliardi di libri ancora da leggere o rileggere, senza quello che vuole ora fra le sue mani la licantropia incombe e nessun antidoto può sortire effetto. Quel libro rappresenta per noi il nostro psicanalista anzi in questo caso uno psicanalista che non risponde al telefono durante le ferie di agosto. Ulteriore problema si pone nel momento in cui il libro è di una mole infinita di pagine e scaricare il pdf trasformerebbe il nostro lettore ideale in una talpa affatto desiderabile. Come se non bastasse la tua meravigliosa libreria di fiducia, che porta i libri a domicilio, non ha quello che ti serve, o caso più grave il libro ancora deve uscire (almeno qualcuno che può uscire c’è) e non solo devi aspettare il nove aprile prima che esca, ma aggiungere anche i giorni di consegna che saranno infiniti.
Dunque, che fare?
Cambiate psicanalista, no scusate, volevo dire cambiate libro da leggere. Spostate il vostro amore verso un’altra/o più bella/o che problemi non ha. Insomma applicate la teoria del chiodo schiaccia chiodo con i miei tre consigli di lettura, ovviamente fruibili su internet.

 

54 – Wu Ming

Al collettivo di scrittori Wu Ming non serviva il Coronavirus per rendere gratuiti i loro libri, si possono infatti scaricare liberamente dal loro sito ormai da molti anni. Potete trovare quasi tutte le loro pubblicazioni in formato Pdf, 54 è il secondo titolo dell’elenco. Il romanzo, pubblicato nel 2002, è ambientato nel 1954, le storie principali sono tre e si alternano nell’intera narrazione. Fra queste pagine, pregne di storia, incontrerete non solo il maresciallo Tito ma anche un affascinante Cary Grant. Il gruppo italiano Yo Yo Mundi, in collaborazione con il collettivo, nel 2004 pubblicò un intero album ispirato dal libro. Yo Yo Mundi – Il sopracciglio inarcato di Cary Grant

 

Limonov – Emmanuel Carrère

Ėduard Limonov, lo scrittore russo venuto a mancare lo scorso 17 marzo, era stato immortalato nell’opera dello scrittore francese Emmanuel Carrère nel 2012. Limonov è la tagliente biografia di un personaggio contraddittorio, riconosciuto come nemico e amante della Madre Patria. Considerato fascista prima, comunista dopo, nazionalista durante, è un eretico patriota ma anche un inquieto poeta. Sul programma radiofonico Ad alta voce di radio3 potete ascoltare e scaricare l’intero libro letto dall’affascinante e quanto mai azzeccata voce di Elio De Capitani.

 

Canne al vento – Grazie Deledda

Grazia Deledda, Premio Nobel per la letteratura nel 1926, ha composto nel 1913 un capolavoro assoluto della letteratura italiana: Canne al vento. Intorno alla Sardegna, terra d’origine della scrittrice, si snoda la vicenda del romanzo, lo splendore del paesaggio e dei suoi fantasmi durante la lettura è accecante. Un contadino e le sue padrone, protagonisti della vicenda, sono immersi in un realismo magico dove ad assere fatato è proprio il loro mondo interiore così penetrante e spaventoso. L’opera, affascinante, complessa e accarezzata da un dolore universale, merita la vostra lettura. Troverete il Pdf gratuito su LiberLiber, insieme a tanti altri capolavori della nostra letteratura.

 

Di Federica Magro