Diari di quarantena #13 – Stella Bastianelli

360

Diari di quarantena – La vostra quotidianità ai tempi del coronavirus 

Ho scoperto Schnitzler

Stella Bastianelli
anni 24
nata a Foligno
vive a Perugia
professione studentessa

La quarantena si è portata via anche il meraviglioso laboratorio teatrale che frequentavo fino a qualche tempo fa. Al Piccolo Teatro degli Instabili di Fulvia Angeletti si stava davvero bene. Era un grande assembramento di emozioni, caos, risate e urla (soprattutto le urla). Covid, discorso di Conte, Dpcm, quarantena che poi non è quarantena, autocertificazione 1, autocertificazione 2, 3, 4. Idi di marzo (inizio marzo ad essere precisi), fine dei giochi, disperazione e depressione latente. “Ragazzi” ci hanno detto Samuele e Caterina tempo fa, “niente panico. Arrivano i compiti a casa”. Ma dai ma teatro mica si fa per telefono, come facciamo, la connessione fa schifo, zoom si paga. “Farete dei video”. Ah. E chi lo ha mai fatto un video. Dai è complicato. In effetti il tempo non manca. Proviamo. Imprecazioni di mia madre di sottofondo “non siamo a Cinecittà! Devo entrare!” Telefono appoggiato a vasi incastrati in scatole sorrette da libri. Poi c’è Federica, che è diventata una mia fan, che si è sorbettata ogni registrazione, ogni richiesta di consiglio cinematografico e tecnico. Dovevo scrivere una pagina anche io ma secondo lei questo video è più esplicativo. Tutto questo per dire che se non vi piace prendetevela con lei. È stata una sua idea, io non c’entro niente. Una settimana fa ho ri-ri-rivisto Eyes wide Shut, il che mi ha portato a leggere “Doppio sogno” o “Traumnovelle” (il titolo originale è molto più bello dai). Leggo prima di andare a dormire e il testo ha avuto i suoi effetti nel mio “medioconscio”, come lo chiamerebbe Schnitzler. Cavolo che sogno strano. Il prossimo video lo faccio su questo sogno. È difficile trascrivere un sogno. Non dimenticare i particolari, i particolari sono la cosa migliore di una storia. Sarà comprensibile? Vabbè è un sogno, chi se ne frega se non è comprensibile. “Fede ti piace?” “Ste, ti va bene se lo pubblichiamo sul MUG?” “Ehm, ok” “Perfetto, mandami i tuoi dati”

Buona visione.

Video Diari di quarantena – Stella Bastianelli ( Ho scoperto Schnitzler ) 

 

Illustrazione Sasha Todini